Registrazioni

Cinefira 2008 (5° edizione 1°serata)

In diretta come oramai di consueto dall’abituro al di sopra del cinema e teatro Jolly in Russi, Radio NK ha presentato in diretta + poccast “Cinefira 2008” altrove detta Cinefira 5, rassegna di corti indipendenti, o anche dipendenti purchè lavoratori atipici, presentata quest’anno dai Confras aka Confratelli aka Associazione Culturale Rosenkreuz (il cui nome vero è “Associazione Culturale Impresa Sociale Fratelli Rosenkreuz”, poi uno dice che gli viene voglia di abbreviazioni) con la collaborazione diretta e fattiva dell’Associazione Culturale Caffé Nichilismo, che a ben guardare semo noi.

PRIMA SERATA: TOJOURS PERDRIX

Il demiurgo, il filosofo e, quando ne ha avuto voglia, il wemma hanno così commentato la prima tranche di cortometraggi, di cui sotto diamo una breve e personale sinossi:

HOSTAGES
: un film del centro paradiso, in cui si vedono bambini che fanno cose da adulti, ma non nel senso che intendete voi, porci schifosi.

PASSO FALSO
: un tipo sale su d’una mina antiuomo e, pur nell’imminenza della morte, riesce ad articolare un discorso filosofico di un certo livello.

COSI’ FAN TUTTI: la parabola del compagno Paletta, un tipo di Riolo Terme che comincia come marxista-leninista e finisce direttore di Studio Aperto o qualcosa del genere.

INNESTO LIRICO
: al regista hanno innestato della droga lisergica e tutto sommato poco lirica nel corpo, e per un tot ci propina visioni disturbanti e/o incomprensibili.

VIETATO FERMARSI: a un tipo piuttosto mattiniero nelle abitudini parcheggiano un SUV davanti all’uscio di casa, e lui, non potendo uscire, ammazza il tempo diventando comunista.

UNA SANA LITIGATA: un kitchen sink drama de noartri, con lei che peraltro mi ha messo un certo sangue addosso.

BRUNON: un fabbro e meccanico di Massa Lombarda passa la vita cercando il moto perpetuo e lo scopre, poi le multinazionali cattive lo fanno passare per un matto. Ce n’è anche una versione con b3stemmie, più fruibile ed istruttiva.

FUORI GIOCO: un film prodotto con mezzi da sky cinema, in cui si vede della coscia e poco altro.

LA NOTTE TARDA AD ARRIVARE
: un corto con scene di coprofagia e blasfemia, comunque riconosciuto film di interesse culturale nazionale.

CHRONOS: due fratelli uccidono il padre incestuoso in modo particolarmente contorto, al punto da giustificare un soggetto del genere.

LOOK.BLIND.EYES: c’erano epilettici in sala, e non ne sono usciti bene.

Ci hanno tenuto compagnia peraltro i bambini del centro paradiso, l’assessrice Facchini, il regista Cavezzali che ci ha presentato l’associazione culturale omonima, Kable che ha appena accennato un discorso di masturbazione prima di essere stoppato, attimi prima del disastro.

Tennicamente c’avevamo qualche bzz bzz sul canale destro, perchè abbiamo l’abitudine di acquistare elettronica scadente con la scusa che tanto di meglio non ci serve. Pezzenti.

Grazie di cuore e di corpo ad atlantide.tv ed al tennicismo del comune di russi (fabio sugli scudi), che come sempre ci ha garantito un cavo lan laddove abbisognava.