Dal dimenticatoio: Masinelli e Pilucco.

Un sacco di gente conosce Romagna Mia, ma pochi conoscono gli altri pesonaggi romagnoli, metà alchimisti, metà cialtroni che almeno un paio di decenni prima di Casadei hanno composto pagine eloquenti (anche se non sempre edificanti) di musica locale.